Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

USO DEI PENNELLI

GROSSI PENNELLI SU GRANDI SUPERFICI

                                                                                            http://www.cslogos.it/uploads/images/PRESCRITTURA/Diapositiva104.JPG

Osservazione            

Il bambino ha acquisito una buona presa palmare; potrebbe essere in grado di utilizzare uno strumento per dipingere.


Valutazione              

Se ha una buona presa palmare sarà certamente in grado di dipingere prendendo in mano un grosso pennello. La dimensione è importante in quanto egli potrebbe non aver ancora acquisito la presa digitale che gli consentirebbe la utilizzazione di un piccolo pennello o pennarello.


Indicazioni              

Si consiglia inizialmente di mettere a disposizione del bambino un pennello da barba intriso di sapone , con il quale potrà disegnare su uno specchio o su un piano di laminato plastico, ad esempio sul tavolo da cucina; intingendolo soltanto nell’acqua si potrà disegnare alla lavagna e su altre superfici scure.

Per l’uso dei colori è bene procurargli diversi barattoli, ciascuno con il proprio pennello. Si potranno utilizzare colori in polvere, diluiti con dell’acqua e quindi facilmente lavabili. E’ bene diluirli poco in modo da ottenere una buona consistenza.


Assicuratevi però che il bambino sia coperto da un camicione (le vecchie camice smesse da un uomo vanno benissimo). Sul pavimento potrete stendere dei giornali, o meglio ancora un cartone rigido, per evitare di macchiare.

Il bambino pitturerà su dei fogli grandi che avrete fissato alle paretI.

Dopo aver organizzato l’attività come sopra descritto, seguendo il consiglio di Jean Marzollo : «rilassatevi pure; in ogni caso insegnate al bambino a non sporcarsi, ma senza esagerare. Se dovrà preoccuparsi troppo dell’ordine, non si divertirà abbastanza a dipingere».

Se avete numerosi bambini da educare, è conveniente preparare il colore in un recipiente grande, chiuso ermeticamente e darne a ciascuno la giusta quantità.
            

Per un solo bambino è possibile preparare i colori fondamentali in  grossi barattoli ermetici, da consegnare ogni volta che servono.

Sarà bene aiutare il bambino a prendere un barattolo alla volta da un vassoio posto al centro del tavolo, e quindi a rimetterlo al suo posto dopo averlo utilizzato.

In questo modo si potrà tenere un pennello dentro ciascun barattolo e si eviterà che i colori si mescolino via via  che il lavoro prosegue.


Naturalmente gli metteremo a disposizione degli stracci, con cui pulirà le macchie di colore e le mani.

Per quanto riguarda i pennelli e la consistenza dei colori, bisogna ricordare che più il bambino è piccolo, più grosso deve essere il pennello, e più consistente il colore.

http://www.cslogos.it/uploads/images/PRESCRITTURA/Diapositiva116.JPG

 


Per un bambino di 3 anni, va bene il pennello di cm. 5 o più; solo i bambini più grandi dovranno utilizzare i pennellini da vero pittore.

Ciò sia perché un bambino piccolo ha bisogno di una presa grande sia perché l’intensità con cui utilizza il pennello è notevole, e spezzerebbe i pennelli piccoli, sia infine perché il piacere che il bambino prova è maggiore quando il pennello lascia una grossa traccia.


Per quanto riguarda i colori, sono inizialmente inutili e costosi quelli in tubetto; meglio quelli in polvere, che costano molto meno.

Per dare più consistenza si possono mescolare con della colla in polvere. Il colore denso è importante, non solo perché così si evita che sgoccioli, ma anche perché lascia un segno più denso e appagante.