Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

LE CASE DI ANTONIO

Antonio è un ragazzo di quasi diciotto anni il quale aveva subito, all'età di nove anni, a causa di numerosi  traumi fisici e psichici, una grave regressione psicotica che l'aveva spinto a chiudersi in un isolamento quasi totale dal quale emergeva solo con manifestazioni aggressive. Quando le sue condizioni psichiche sono migliorate ha iniziato a disegnare esprimendo con il disegno pensieri e avvenimenti che non riusciva a comunicare in altro modo.

 




 
http://www.cslogos.it/uploads/images/LEONARDO/Diapositiva7.JPG

La sua grave patologia psichica si manifesta negli oggetti e personaggi disegnati sempre in modo stereotipato sia nella disposizione sul foglio che negli atteggiamenti: non un albero ma tanti alberi, non un omino ma tanti omini, non omini con espressioni diverse ma tutti con lo stesso largo sorriso, non la luna o il sole ma sempre sia la luna che il sole.

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/LEONARDO/Diapositiva10.JPG

 

Anche quando disegna la sua famiglia, mamma e papà sono disegnati in modo uguale, nulla li caratterizza, nulla li distingue. La nudità degli omini è un ulteriore segno della patologia.

 

 

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/LEONARDO/Diapositiva1.JPG

 

 

 

 

La casa, con il tetto spiovente, con il camino acceso, con due finestre sbarrate e una porta che a volte è scura come l'antro di una caverna,  è l'oggetto più importante dei suoi disegni come a sottolineare l'importanza della famiglia nella sua vita.

Da notare il colore delle finestre della casa: il blu come la luna e quindi come la figura materna, il giallo come il sole e quindi come la figura paterna. Il ragazzo vorrebbe entrambe queste figure e le mette bene in vista nel cielo, come a proteggere la casa e quindi la famiglia.

 

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/LEONARDO/Diapositiva11.JPG

A volte Antonio aggiunge al sole e alla luna anche le stelle, che forse rappresentano altre figure benevole della sua rete affettiva.

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/LEONARDO/Diapositiva2.JPG

Occasionalmente accanto alla sua casa viene disegnata quella della nonna materna con le finestre blu.

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/LEONARDO/Diapositiva9.JPG


Solo in alcune occasioni scompare la luna, la madre, ma questa rimane  (il colore blu) dentro la casa, mentre il sole, il padre, guarda e veglia dal cielo la famiglia.

 

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/LEONARDO/Diapositiva6.JPG

Forse a causa di una delusione subita da una di queste figure su cui contava maggiormente egli colora di rosso, come la collera e l'aggressività repressa la casa, cancella quasi la luna, imbrunisce il sole, mentre una stella scura è caduta a terra e si è infangata.

 http://www.cslogos.it/uploads/images/LEONARDO/Diapositiva5.JPG

 

 

Dopo la separazione dei genitori rappresentata dai due fumaioli, ad occuparsi di Antonio resta prevalentemente la madre, le finestre blu, ma il pensiero del ragazzo è rivolto anche al padre: il giallo della casa. Forse poiché non vi è più una vera famiglia dal cielo scompaiono sia la luna che il sole.