Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

ATTIVITA’ PRESENTI NELLE SCHEDE PROGRAMMATE

 

 

L'immagine “http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.> Leggo anch'io

L'immagine “http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.> I giorni della settimana

L'immagine “http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.> Quantità e numeri

L'immagine “http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.> Il doppio e la metà

L'immagine “http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.> Numerare per due - cinque - dieci

L'immagine “http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.> Numeri romani

L'immagine “http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.> Geometria e matematica

L'immagine “http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.> La grammatica


http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF“LEGGO ANCH’IO”

 

Obiettivo di questo lavoro è quello di rendere la lettura accessibile a un numero il più vasto possibile di alunni. Sappiamo infatti che la lettura analitica, la quale implica la sintesi e l'analisi sillabica,  presenta delle difficoltà notevoli insite nei processi percettivi e logici che sottendono questo tipo di attività. Quando infatti il bambino si ritrova a leggere una sillaba, partendo dalla conoscenza delle consonanti e delle vocali, è costretto ad unire l'elemento fonico della consonante che, in qualunque modo la si pronunci viene avvertita sempre come unita ad una vocale, con un altro elemento fonico  presente nella parola scritta: un'altra consonante o una vocale. In ogni caso è costretto mentalmente ad eliminare dalla consonante la parte fonica riguardante la vocale, prima di unirla agli altri elementi presenti nella parola. Ad esempio, per leggere "pane" il bambino è costretto a pensare al suono della "p" che può essere pronunciata come "pi" "pu" o in altro modo ancora, ma che in ogni caso non è mai un suono puro e chiaro.  A questo suono deve poi associare la vocale "a" sottraendo il suono "i" o "u". La stessa cosa deve fare per la sillaba "ne". Quando si trova davanti a digrammi o trigrammi, questa attività diventa ancora più complessa in quanto per leggere ad esempio "stra" è costretto ad unire suoni diversi: "su" - "tu"- "ru" - "a", sottraendo ad ogni consonante il suono vocalico.

Anche nella scrittura, in cui si attua l'analisi uditiva delle parole, l'operazione è altrettanto difficile, pertanto sono necessarie capacità intellettive di buon livello. Per il Meazzini i fattori cognitivi “fanno riferimento all’insieme di abilità  che stanno alla base di quelle necessarie alla lettura. Infatti l’allievo, il quale non sia sufficientemente abile nella discriminazione visivo - acustica, nell’attribuzione di significato a stimoli visivi ed acustici, nel completamento cognitivo, ecc. incontrerà indubbiamente ostacoli difficilmente sormontabili nel processo di acquisizione delle abilità di lettura.” 

Nella lettura sillabica invece il bambino pronuncia, associa e memorizza i suoni delle sillabe in maniera chiara ed inequivocabile in quanto ogni configurazione grafica ha un suono preciso e netto. Per tale motivo nel programmare una lettura facilitata abbiamo scelto il metodo sillabico, in quanto, tra l'altro, per i motivi sopraddetti consideriamo la sillaba e non la consonante l'elemento base e quindi il primo mattone di ogni parola.

Per favorire al massimo la chiarezza, l'apprendimento, la memorizzazione  e l'utilizzazione delle sillabe, ognuna di queste, nel metodo proposto in "Leggo anch'io" viene sottoposta ad un percorso cognitivo ben preciso, che è stato individuato  mediante continue verifiche sul campo.

1° tipo "Presentazione della sillaba"

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva96.JPG


La presentazione della sillaba di cui si vuole l'apprendimento, avviene con tutti i caratteri ed è ripetuta più volte nella stessa pagina. Abbiamo preferito usare tutti i caratteri per evitare che il bambino sia notevolmente limitato nell’utilizzare, nella vita di ogni giorno, lo strumento della lettura. La sillaba viene collegata quindi all'immagine e alla parola che contiene la sillaba stessa nella parte iniziale. Questa parola viene poi ripetuta più volte con diversi segni grafici, in modo tale da dare al bambino subito il senso del legame che esiste tra la sillaba, l'oggetto e la parola scritta.

2° tipo: Ricerca della sillaba bersaglio.

 In queste schede, utilizzando sempre tutti i tipi di caratteri, la sillaba da apprendere, "sillaba bersaglio", dovrà essere evidenziata e riconosciuta, mediante un'attività di confronto, in mezzo ad altre sillabe similari per suono e forma grafica, per poi essere letta a voce alta, mentre nel contempo le altre sillabe saranno ignorate.

http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva97.JPG

 


3° tipo: Lettura della sillaba con tutti i caratteri.

La sillaba viene presentata per la lettura con tutti i caratteri e con la vocale che segue o precede la consonante, in modo tale che il bambino si abitui a pronunciarla in entrambi i modi.


4° tipo: lettura di parole con l'aiuto delle immagini.

Con questa attività l'allievo imparerà a leggere le parole  che contengono la sillaba in esame. La lettura verrà facilitata dalla presenza di numerose immagini che suggeriscono il contenuto della parola. Abbiamo fatto in modo che le parole da leggere contengano soltanto elementi sillabici che il bambino già conosce.

http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva99.JPG

 

5° tipo: lettura di frasi.

In queste schede vengono presentate, corredate sempre da immagini, delle frasi semplici che contengono sia la sillaba in oggetto che le sillabe già conosciute dal bambino.

6° tipo: leggi e associa.

La finalità di questa attività consiste nello stimolare le capacità di comprensione della lettura. Pertanto, l'allievo dovrà attuare un processo di associazione tra le parole lette e le immagini corrispondenti.

http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/Diapositiva100.JPG

 


 7° tipo: associazione fonetica.

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/Diapositiva101.JPG

Il bambino, attraverso un gioco fonetico, dovrà associare la sillaba alle parole che la contengono nella parte iniziale, scartando quelle che invece non hanno lo stesso suono. In tal modo egli eserciterà le funzioni di analisi del suono delle parole, indispensabile soprattutto nella scrittura.

  8° tipo: lettura di parole senza senso.

La sillaba in esame, unita alle sillabe già presentate con la stessa consonante, dovrà essere in questo tipo di schede letta in parole "senza senso", in modo tale da completare l'apprendimento, avendo eliminato non solo l'immagine che poteva suggerire la parola, ma anche il suo significato.


ALTRE ATTIVITA' CONSIGLIATE

L'apprendimento di ogni sillaba viene effettuato quindi attraverso varie attività associative, discriminative, di confronto e di utilizzazione. In ogni caso non dovrà mai essere presentato il suono della consonante, in quanto ciò complicherebbe l'apprendimento senza apportare alcun beneficio. Potranno invece essere effettuati altri giochi fonetici che utilizzano le sillabe, tra i quali indichiamo:

1° Ricerca di tutte le sillabe collegate ad una consonante: ad esempio PA- PE- PI -PO - PU; TA- TE- TI -TO-TU;LA- LE-LI-LO-LU ecc…

2° Arriva un bastimento carico di …

In questo gioco i bambini  dovranno, a turno, ricercare tutte le parole che contengono nella parte iniziale una determinata sillaba. Ad esempio: “Arriva un bastimento carico di PA” (patate, pazzi, papà, padelle ecc.)

3°Le parole incatenate.

Un bambino dirà una parola e gli altri, a turno, dovranno pronunciarne un'altra che inizia con la sillaba finale della parola detta. Ad esempio PANE - NEVE-VELA- LAMA- MAMMA- MARE- REMO- MOBILE ecc. senza ripetere le stesse parole. Viene eliminato chi non sa inserire una parola nuova nella catena verbale.

4° Sottolinea la sillaba.

Vengono scritte alla lavagna o sul quaderno  due o  tre sillabe. Il bambino dovrà sottolineare le sillabe pronunciate chiaramente dall'educatore o dagli altri bambini. Vince chi fa meno errori.

http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva102.JPG

 


Questo tipo di programma di lettura sillabica facilitata potrà essere utilizzato da tutti i bambini normali e non, che abbiano almeno quattro anni di età mentale.

SCRITTURA

Nel caso in cui il bambino presenti delle capacità di prescrittura sufficienti si consiglia di far scrivere sul quaderno sia le sillabe che le parole di volta in volta incontrate nelle schede del quarto, quinto e sesto tipo. La scrittura sarà effettuata utilizzando sia lo stampatello maiuscolo che il corsivo.

Nel caso in cui il minore non avesse ancora capacità di prescrittura sufficienti, è bene prepararlo mediante delle schede apposite. Nel contempo potrà esercitarsi a scrivere mediante il computer oppure potrà utilizzare dei cartoncini in cui sono trascritte le sillabe conosciute dal bambino. Con queste egli potrà formare parole  e piccole frasi.

PER SCARICARE LEGGO ANCH'IO CLICCA QUI


http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIFI GIORNI DELLA SETTIMANA

Mediante l’utilizzazione di questa serie di schede programmate ad inserimento progressivo, il bambino potrà, in breve tempo, non solo conoscere i giorni della settimana uno di seguito all’altro, ma anche il giorno che precede e il giorno che segue quello indicato. Ciò al fine di una maggiore conoscenza culturale e per poter collocare correttamente gli elementi temporali della sua vita.

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva103.JPG

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIFQUANTITÀ E NUMERI

Gli obiettivi di queste schede riguardano la discriminazione, il riconoscimento, la scrittura del simbolo numerico e la corrispondenza con la quantità equivalente .

Per facilitare l’apprendimento è stato utilizzato lo schema di programmazione per unità di apprendimento descritta precedentemente.


http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva104.JPG

 

SCRITTURA DEI NUMERI e VERIFICA

Abbiamo inserito alcune schede per la scrittura dei numeri.

Tali schede in “Voglia di crescere” cartaceo possono essere notevolmente ampliate coprendo con un foglio bianco la parte destra e poi quella sinistra di ogni foglio, in modo tale che il bambino si eserciti a scrivere il numero o a disegnare la quantità corrispondente.

Per scaricare sul tuo computer "Quantità e numeri" clicca qui

http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIFQUANTITÀ E NUMERI OLTRE IL DIECI

Queste schede programmate seguono “Quantità e numeri” ed hanno come finalità la discriminazione, il riconoscimento del simbolo numerico e la corrispondenza con quantità equivalenti di numeri oltre il dieci.

Mentre il gruppo di schede programmate “Quantità e numeri” entro il dieci è stata inserito al quinto livello, “Quantità e numeri oltre il dieci “ è stato inserito al sesto livello.

 Nelle schede a scelta aperta dei CD il bambino dovrà scrivere il numero esatto corrispondente alle quantità indicate sul rettangolo giallo e poi cliccare.


http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIFIL DOPPIO E LA METÀ

 

http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva105.JPG


Questo gruppo di schede a scelta multipla incrociata è stato programmato mediante la tecnica dell’inserimento progressivo per il rapido e precoce apprendimento del concetto di doppio e di metà fino al numero cento. Per facilitarne l’acquisizione, abbiamo posto inizialmente sia i  simboli numerici che le quantità. Le unità sono state simbolizzate con delle palline disposte su base cinque,  alla decina è stata data la configurazione di un rettangolo e al centinaio quella di un quadrato.

Tali quantità, progressivamente, sono state eliminate in modo tale da rendere il compito più complesso.

Nella seconda parte del lavoro le domande  sono a scelta aperta, in modo tale che il bambino scriva e disegni nella parte bianca del foglio  il risultato, sia  sotto forma di quantità che di  simbolo numerico. In tal modo  l’apprendimento viene verificato e pienamente completato.

 Queste schede sono state inserite al settimo livello.


Per scaricare sul tuo computer "Il doppio e la metà" clicca qui.

http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIF NUMERARE PER DUE – CINQUE - DIECI

 

In questo sussidio didattico si è utilizzato un sistema programmato ad inserimento progressivo allo scopo di facilitare al massimo l’apprendimento della numerazione progressiva e regressiva. Per una migliore comprensione del concetto di numerazione, nella prima parte del lavoro sono presenti sia le quantità che 

simboli numerici: in tal modo il bambino potrà avere contezza del concetto di progressione e di regressione. Anche in queste schede, alle quantità è stata data una particolare configurazione spaziale su base cinque, in modo da permettere una più facile comprensione e memorizzazione. L’unità è stata simbolizzata con una pallina, la decina  con un rettangolo, il centinaio con un quadrato. Progressivamente le quantità sono state elimi-nate, in modo tale da completare l’apprendimento senza l’aiuto di queste.






http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva106.JPG




Questa attività è stata inserita al settimo livello.


Per scaricare sul tuo computer "Numerare per due - cinque - dieci" clicca qui



http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIFNUMERI ROMANI

  http://www.cslogos.it/uploads/images/apprendimento%20programmato/Diapositiva107.JPG

 

Per l’apprendimento dei numeri romani si è utilizzato il sistema programmato ad inserimento successivo, con risposta a scelta multipla incrociata.

L’educatore facendo leggere al minore il numero arabo presente nella parte alta della scheda, chiederà di farlo associare all’equivalente numero romano presente nella parte bassa. In una fase successiva, coprendo con un foglio le risposte il ragazzo potrà effettuare le schede a scelta aperta scrivendo, su un foglio a parte, egli stesso i numeri romani. In tal modo potrà effet-tuare una sistematica autocorrezione.

Questo gruppo di schede è stato inserito al decimo livello.

Per scaricare sul tuo computer "Numeri romani" clicca qui.


http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIFGEOMETRIA E MATEMATICA

Per le tematiche inerenti la geometria è stato utilizzata la programmazione a gruppi.

Le tematiche di geometria sono proposte in ordine logico, che sarebbe bene seguire, in ogni caso però l’insegnante, avendo a disposizione l’indice, può far effettuare al ragazzo un percorso individuale.

Il docente utilizzerà la prima scheda di presentazione per spiegare all’allievo i contenuti di cui si parlerà nel gruppo proposto per l’apprendimento. Nelle schede successive, di approfondimento e di verifica, non sarà pertanto necessaria alcuna spiegazione.

Queste schede sono state inserite al decimo livello.

Per scaricare sul tuo computer "Geometria" clicca qui.

Per scaricare sul tuo computer "Matematica" clicca qui.



http://www.cslogos.it/uploads/images/ALTRE%20IMMAGINI/ANI002.GIFLA GRAMMATICA

    L’album di grammatica si propone l’apprendimento delle nozioni fondamentali della lingua italiana, per gli alunni delle scuole elementari.

Poiché l’apprendimento di tali nozioni è particolarmente complesso, abbiamo pensato di utilizzare come strumento didattico, la programmazione a gruppi, in modo tale da ottenere un apprendimento rapido e facile, anche per quei bambini che presentano difficoltà nello sviluppo logico e cognitivo.


Per scaricare sul tuo computer l'album "La grammatica" clicca qui.